Abilità visuo-spaziali

Le abilità visuo-spaziali sono implicate nella stima degli aspetti spaziali tra la persona e l’oggetto, fra gli oggetti stessi e per l’orientamento degli stimoli visivi (Benton, 1985).

Il bambino/adulto che manifesta disordini sul piano delle abilità visuo-spaziali spesso non vive un rapporto sereno con l’ambiente che lo circonda.

L’erronea stima delle relazioni spaziali correla positivamente con difficoltà nella memoria di lavoro visuo-spaziale (MLVS) e di pensiero spaziale (Cornoldi, Dalla Vecchia e Tressoldi, 1995; Rigoni, Cornoldi e Alcetti, 1997).

Nell’ambito dell’apprendimento l’abilità visuo-spaziale ci consente di:

  • Riconoscere il diverso orientamento dei grafemi;

  • Di comprendere i concetti alla base della geometria, le coordinate della geografia ;

  • Di utilizzare i numeri e il loro incolonnamento.

Quando si hanno dei problemi a livello visuo-spaziale si possono avere i seguenti sintomi:

  • Difficoltà nella coordinazione e gestione dei movimenti (problemi prassici)

    • Difficoltà nel versare dell’acqua in un bicchiere;

    • Goffaggine nei movimenti, urtare “inavvertitamente” contro qualcosa (oggetti, mobili, porte, ecc.);

    • Difficoltà nel saltare al centro di un cerchio;

    • Difficoltà nell’infilare i bottoni nell’asola;

    • Poco destrezza nell’utilizzare le forbici.

  • Difficoltà nella coordinazione visuo-motoria

    • Difficoltà nel prendere/colpire una palla – le mani e le braccia sembrano non collaborare con gli occhi;

    • Difficoltà nel fare canestro – scarsa capacità di calcolare le distanze e le dimensioni;

    • Goffaggine nel giocare con i lego e/o i puzzle – non riuscire ad incastrare nella maniera giusta i pezzi del lego e/o del puzzle;

    • Trovare l’uscita nei labirinti – si deve staccare la matita spesso dal foglio, si cerca la strada dell’uscita partendo dall’uscita stessa, si commettono molti errori di valutazione, ecc.;

    • Difficoltà nel disegnare/colorare.


      IL TRATTAMENTO

      L’intervento effettuato nel nostro Centro, prevede un potenziamento delle abilità visuo-spaziali attraverso lo svolgimento di esercizi visivi mirati alla stimolazione dell’integrazione tra il sistema motorio e il sistema visivo. Questo intervento ha una prognosi maggiormente favorevole se viene eseguito in collaborazione con un Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva – TNPEE (figura presente nel nostro Centro).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: