Disturbo specifico dell’apprendimento – DSA

L’acronimo DSA viene usato per indicare i Disturbi Specifici dell’Apprendimento; i bambini che presentano un DSA mostrano difficoltà in specifiche attività scolastiche che possono interessare la lettura (Dislessia), la scrittura (Disgrafia e/o Disortografia) e il calcolo (Discalculia); queste difficoltà rendono il bambino più lento dei suoi compagni, portandolo, spesso, a perdersi durante il corso delle lezioni.

Il bambino con DSA spesso presenta anche altri tipi di disturbi in concomitanza: deficit di attenzione e iperattività (ADHD), deficit nella pianificazione, deficit della memoria di lavoro (MdL), deficit nella coordinazione motoria, disprassia, ecc.

TRATTAMENTO

Nel nostro Centro il trattamento dei bambini con DSA è svolto dal logopedista che però spesso viene affiancato da un intervento neuropsicologico che ha lo scopo di sostenerlo e rafforzarlo lavorando sulle abilità cognitive trasversali al disturbo stesso.

Le abilità trasversali ai DSA sono molteplici, le più importanti secondo la nostra visione sono:

Memoria di Lavoro: nei bambini che presentano un disturbo della MdL, in molte ricerche è stato dimostrato come questa funzione cognitiva, soprattutto nella sua componente visuo-spaziale, abbia un ruolo molto importante nello svolgere molti compiti scolastici (molti studi dimostrano come un training della MdL abbia effetto anche sulla lettura) come ad esempio nelle operazioni aritmetiche, soprattutto se svolte a mente, nella comprensione verbale, nei ragionamenti logici e in attività di doppio compito come il dettato. Il trattamento si svolge con l’utilizzo di giochi tipo “rompi capo” e/o l’utilizzo di software dedicati.

Aspetti visivi: nei bambini che presentano difficoltà relative all’analisi e alla discriminazione visiva, viene proposto un lavoro in collaborazione con l’Optometrista del Centro e questo intervento ha come obiettivo il potenziamento delle abilità visive di base.

Attenzione: per le difficoltà attentive si lavora soprattutto sull’attenzione selettiva e sostenuta. L’intervento è svolto attraverso l’utilizzo di giochi e/o tramite esercizi computerizzati di attenzione divisa, resistenza alla distrazione, attenzione selettiva visiva e uditiva, con esercizi di barrage, ecc.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: